La resistenza al vento delle tende da sole

 

Le tende da sole sono tra le parti della casa più esposte alle intemperie e ai cambi di stagione: se in primavera seguono con i loro movimenti la brezza leggera, d’estate rischiano di subire il contraccolpo dei primi temporali estivi, con Eolo, il dio del vento, che infuria potente. La resistenza al vento è dunque uno dei requisiti essenziali di sicurezza per una tenda da sole da esterno.

Ogni tenda da sole ha una propria classe di resistenza al vento, che le viene attribuita dopo che è stata sottoposta a severi test di laboratorio. La normativa europea stabilisce anche l’obbligo della marchiatura CE, che accompagna da oltre trent’anni i prodotti de La Tendasole, a garanzia della sicurezza e della qualità dei materiali utilizzati.

La resistenza al vento è un fattore determinante non solo per la durata nel tempo e la qualità del prodotto, ma anche in termini di sicurezza: occorre infatti ricordare che, in caso di danni fisici e materiali alle persone e/o all’ambiente circostanti, la responsabilità civile e penale è a carico del cliente. Dunque è bene prendere qualche semplice accorgimento, come quello di ritirare sempre le tende in caso di pioggia, vento superiore ai 35 km/h o neve.

Ma come fare se, allo scoppio improvviso di un temporale estivo, non siamo in casa?

La Tendasole è pronta a rispondere anche a questa domanda. Infatti, ogni tenda è accompagnata da un sensore in grado di rilevare la pioggia, il vento o la luce, disponendone la chiusura o l’apertura automatica. Al cambiare del tempo, il sensore seleziona autonomamente il comportamento adeguato, aprendosi allo splendere del sole o ritirandosi in presenza di vento molto forte.

Ma non è finita qui. Grazie alla tecnologia Somfy, è possibile interagire con le motorizzazioni della propria abitazione anche da remoto tramite cellulare, tablet e computer, avendo costantemente sotto controllo e gestendo l’apertura e la chiusura delle vostre tende da sole in totale sicurezza.